Animali da Bar

Un bar abitato da personaggi strani: un vecchio malato, misantropo e razzista che si è ritirato a vita privata nel suo appartamento; una donna ucraina dal passato difficile che sta affittando il proprio utero ad una coppia italiana; un imprenditore ipocondriaco che gestisce un’azienda di pompe funebri per animali di piccola taglia; un buddista inetto che, mentre lotta per la liberazione del Tibet, a casa subisce violenze domestiche dalla moglie; uno zoppo bipolare che deruba le case dei morti il giorno del loro funerale; uno scrittore alcolizzato costretto dal proprio editore a scrivere un romanzo sulla Grande Guerra.

Sei animali notturni, illusi perdenti, che provano a combattere, nonostante tutto, aggrappati ai loro piccoli squallidi sogni, ad una speranza che resiste troppo a lungo.

Come quelle erbacce infestanti e velenose che crescono e ricrescono senza che si riesca mai ad estirparle.

Prefazione di Rodolfo Di Giammarco.

Gabriele Di Luca

Nato a Pesaro nel 1981, è autore e sceneggiatore, attore, regista e docente di drammaturgia.

Diplomatosi all’Accademia d’Arte Drammatica Nico Pepe di Udine, nel 2008, con Massimiliano Setti e Luisa Supino, fonda la compagnia teatrale Carrozzeria Orfeo per la quale scrive i seguenti testi: Nuvole Barocche (2008, insieme a Massimiliano Setti e Luca Stano), Gioco di mano (2009), Sul Confine (2009), Idoli (2011), Robe dell’altro mondo (2012), Thanks for Vaselina (2013), da cui nel 2017 è stata tratta una versione cinematografica dove l’autore compare in veste di co-sceneggiatore e regista, Animali da Bar (2015), Cous Cous Klan (2017).

Nel giugno 2013 riceve il Premio Siae alla Creatività come migliore autore teatrale nazionale. Alcuni dei suoi testi sono stati opzionati per futuri progetti cinematografici e serie televisive.