Berlino

Tra passato e futuro

Per la prima volta, il genere testuale della ‘guida turistica’ viene applicato alla materia del teatro.

Un percorso attraverso i luoghi dove si consuma il rapporto con la cultura materiale, nello spazio vivo della comunità.

Ma i teatri sono anche spazi e architetture capaci di svelare tracce di civiltà passate, luoghi meravigliosi per passare una serata e lasciarci raccontare, attraverso la loro storia e i loro spettacoli, la vita stessa della città.

Poi lo spettacolo finisce, e la vita continua, allora saremo pronti a consigliarvi locali e ottimi ristoranti.

Ancora, quindi, il teatro e la città: un luogo continuo e dinamico, energicamente legato all’epoca e al tessuto urbano in cui si inserisce, ecco quello che si respira nei teatri del mondo.

Quante volte, visitando una capitale europea, vi siete chiesti: «Ma dove saranno i teatri?», «Quali saranno gli spettacoli più vicini al mio gusto?», «Quali artisti?».

Allora, o restate in albergo, oppure leggete la nostra guida teatrale.

Una serie progettata e realizzata insieme ad Andrea Porcheddu, che ci porterà in giro per il mondo: New York, Berlino, Londra, Tunisi, Hong Kong, Buenos Aires, Milano, Praga…

Benvenuti a Berlino!

Una città che è cambiata molto nel corso degli anni ed in particolar modo nel secolo scorso, in cui si è trovata divisa in due sfere d’influenza; caotica ma meravigliosa, ricca d’arte e soprattutto di teatro, dal Berliner Ensemble di Brecht alla Volksbühne [teatro del popolo], nati nella Ddr e tuttora teatri per antonomasia della capitale tedesca.

Un tuffo nella peculiarità di questa città, di questa cultura che ha conosciuto artisti tra i più grandi di tutti i tempi.

Sotera Fornaro

Insegna Letteratura greca e Letterature comparate all’Università di Sassari.

Dopo il dottorato in Filologia classica e in Scienze Storiche (Università di San Marino), ha trascorso anni studiando in Germania (Heidelberg, Freiburg, Berlino) e a Basel, tra l’altro come borsista dell’Alexander von Humboldt.

È stata Daad visiting professor a Freiburg e professore a contratto a Lueneburg.

Ha scritto di cultura e letteratura tedesca dal Settecento sino ad oggi, pubblicando ad esempio traduzioni e saggi su Goethe, Herder, Friedrich Schlegel, Heiner Mueller, Rolf Hochhuth, Elfriede Jelinek.

I suoi studi vertono in particolare sui rapporti tra tradizione classica antica e cultura tedesca.

Negli ultimi anni ha studiato in particolare le interpretazioni e le messe in scena dell’Antigone di Sofocle anche in Germania.

Tra i suoi ultimi libri: Antigone. Storia di un mito, Roma 2012; L’ora di Antigone dal nazismo agli anni di piombo, Tuebingen 2012; Antigone di Walter Hasenclever, Milano-Udine 2013; Che cos’è un classico? Il classico in J.M. Coetzee, Bari 2013; Antigone ai tempi del terrorismo, Lecce 2016.