Cous Cous Klan

In un mondo distopico dove l’acqua è stata privatizzata e le sorgenti idriche sono militarizzate, una piccola comunità di senzatetto, in una periferia degradata, combatte la sua tragicomica lotta per la sopravvivenza: un ex prete nichilista e depresso, un giovane sordomuto e irrequieto,una donna obesa e con un occhio solo, un immigrato musulmano che per vivere seppellisce rifiuti tossici, un piccolo borghese rimasto senza casa e una ragazza ribelle e indomabile.

Una sgangherata commedia umana, tenera ed esilarante, ambientata in un universo fatto di confini, recinzioni, telecamere di sicurezza, diseguaglianze sociali, conflitti razziali, che assomiglia molto al nostro (peggior) futuro…

Prefazione di Rodolfo Di Giammarco.

Gabriele Di Luca

Nato a Pesaro nel 1981, è autore e sceneggiatore, attore, regista e docente di drammaturgia.

Diplomatosi all’Accademia d’Arte Drammatica Nico Pepe di Udine, nel 2008, con Massimiliano Setti e Luisa Supino, fonda la compagnia teatrale Carrozzeria Orfeo per la quale scrive i seguenti testi: Nuvole Barocche (2008, insieme a Massimiliano Setti e Luca Stano), Gioco di mano (2009), Sul Confine (2009), Idoli (2011), Robe dell’altro mondo (2012), Thanks for Vaselina (2013), da cui nel 2017 è stata tratta una versione cinematografica dove l’autore compare in veste di co-sceneggiatore e regista, Animali da Bar (2015), Cous Cous Klan (2017).

Nel giugno 2013 riceve il Premio Siae alla Creatività come migliore autore teatrale nazionale. Alcuni dei suoi testi sono stati opzionati per futuri progetti cinematografici e serie televisive.