girotondo.com (we porn)

Una eccitante versione contemporanea, integralmente riscritta, del Girotondo di Schnitzler, testo vietato dalla censura imperiale tedesca perché ritenuto pornografico.

Al posto dei soldati, delle dame e dei nobili della Vienna fin de siècle, troviamo icone della nostra attualità come il vincitore di un reality costretto a fare il gigolò, una insegnante di liceo innamorata del suo allievo e ragazzine disposte a fare qualche sacrificio con uomini più maturi pur di far carriera.

Il testo, diviso in sei scene – e non dieci come in Schnitzler – presenta una catena di incontri sessuali a due, in cui uno dei personaggi della scena precedente appare anche in quella successiva.

Come in una danza ininterrotta, tutti passano da un letto all’altro e da un corpo all’altro, nel tentativo di soddisfare il proprio desiderio, o forse qualcos’altro.

La vittima illustre però è proprio il sesso, ridotto di questi tempi a semplice strumento per ottenere privilegi, soddisfare ambizioni, esercitare potere e mettersi in mostra.

girotondo.com è il mondo visto con un po’ di sconforto e un bel po’ di ridicolo, il mondo che si vedrebbe facendo zapping in un hotel di lusso con pay per view in offerta speciale e la speranza che qualcun altro paghi il conto.

Il grande sceneggiatore John Hodge (tra i suoi successi Trainspotting, The Beach, Piccoli omicidi tra amici) è autore della prefazione.

Bruno Fornasari

È diplomato all’Accademia dei Filodrammatici, e dal 2008 è direttore artistico, con Tommaso Amadio, del Teatro Filodrammatici di Milano.

È un professionista eclettico, capace di spaziare dalla prosa alla lirica, dal musical al multimediale.

Nel 2010, con girotondo.com (weporn), ri-scrittura del classico di Schnitzler, inizia un processo di ricerca drammaturgica finalizzata al recupero del valore della trama e dell’osservazione dell’attualità, come strumenti di fascinazione nella scrittura per il palcoscenico.

A questo scopo riscrive, calandoli nell’immediata contemporaneità, anche Il processo di Kafka (col titolo Il processo di K il testo è già stato tradotto, insieme a girotondo.com, per il Fringe Festival di New York) e Il fu Mattia Pascal di Pirandello (Mattia. A life-changing experience, di cui è attualmente in lavorazione a Londra una versione musical).

Tra le collaborazioni internazionali, ha lavorato con Stage Entertainment Italia e Little Star Services UK come Regista Associato per il musical Mamma mia! e ha curato la regia dello spettacolo Il Bumme, tratto da La vita agra di Bianciardi, commissionato dal Festival lituano Dekalogas Dialogas in occasione di Vilnius città della cultura europea 2009.

È insegnante di recitazione all’Accademia dei Filodrammatici di Milano e all’Oltrarno, scuola per attori del Teatro Nazionale della Toscana; ha inoltre collaborato a vari progetti didattici dedicati a scenografi e costumisti per l’Accademia Teatro alla Scala.