Le dive italiane del cinema muto

Il cinema italiano degli anni Dieci al femminile mostra la storia materiale di una professione ancora in cerca di legittimità culturale ma di elevate ambizioni artistiche: intorno al magistero di Eleonora Duse si muovono le dive Francesca Bertini, Lyda Borelli, Pina Menichelli, Diana Karenne e Daisy Sylvan che in una breve stagione indicarono percorsi inesplorati di affermazione del sé.

Cristina Jandelli

Insegna Storia del cinema e Cinema italiano presso il Dipartimento SAGAS (Storia, Archeologia, Geografia, Arte, Spettacolo) all’Università degli Studi di Firenze.

Il suo lavoro di ricerca indaga in prospettiva storica, e con particolare riferimento al contesto italiano, il contributo reso da attori e attrici, stili di recitazione e fenomeni divistici.

Ha pubblicato monografie su Cesare Zavattini, sulla storia del divismo, sulla recitazione nel film contemporaneo e sulle sue origini.