Alla ricerca della felicità

La commedia hollywoodiana del rimatrimonio

Gli anni tra il 1934 e il 1949 sono un periodo chiave per comprendere l'epoca d'oro del cinema hollywoodiano, gli anni Cinquanta.

Partendo da sette film (Lady Eva, Accadde una notte, Susanna, Scandalo a Filadelfia, La signora del venerdì, La costola di Adamo, L’orribile verità), Stanley Cavell ci conduce a un’analisi che va oltre il mero studio degli elementi cinematografici, spingendosi fino all’osservazione sociologica e alla speculazione filosofica, per costruire un audace ritratto del rapporto tra America e cinema.

A cura di Piergiorgio Donatelli

Postfazione di Giacomo Manzoli

Stanley Cavell

(1926-2018) È stato un filosofo statunitense e docente alla Harvard University. 

Ha scritto fondamentali saggi su Wittgenstein, Shakespeare e Thoreau ed è autore di numerosi testi sul cinema e sulla televisione americani. 

Tra le sue maggiori opere si ricorda: The world viewed (1971) e The claim of reason (1979). Tra le opere pubblicate in Italia: La riscoperta dell’ordinario (2001), Il ripudio del sapere (2004) e Condizioni ammirevoli e avvilenti (2014).