Farsi Luogo

Farsi luogo

presto disponibile

€2.99€5.99 IVA inclusa

vendita diretta
COD: N/A. Categoria: .
Il Libro

101 varchi per entrare, e perdersi, nel teatro labirintico di uno dei più originali artisti italiani. Un teatro «ortodosso», rigoroso e sincretico, capace di cogliere le contraddizioni del reale, il loro mescolarsi, per farsi luogo, vita e arte.

 

 

L’Autore

Marco Martinelli è fra i maggiori registi e drammaturghi del teatro italiano, ma il ruolo che più lo descrive è quello di poeta di compagnia. Le sue opere nascono infatti dall’interazione e dal rapporto di vicinanza con gli attori del Teatro delle Albe, ensemble fondato nel 1983 insieme a Ermanna Montanari (premio Duse 2013 e tre volte Premio Ubu come «miglior attrice»), Luigi Dadina e Marcella Nonni, e spesso integrato, in progetti di respiro internazionale, da giovani non-attori che scoprono anch’essi la propria identità teatrale attraverso la drammaturgia di Martinelli. In lui e nel teatro delle Albe, Claudio Meldolesi ha visto «un uomo-teatro iperrealista e un collettivo di irriducibili individualità»; mentre l’esperienza di «meticciato teatrale» tra attori italiani e senegalesi (da anni componente stabile della compagnia che fu capitanata da Mandiaye N’Diaye) è stata definita da Franco Quadri come «l’ultima riprova che la fabbrica del teatro africano è in Europa, come già ci avevano ammonito Genet e Brook». Martinelli ha vinto quattro volte il premio Ubu (regia, drammaturgia, pedagogia: 1996, 2007, 2012, 2013), il premio Hystrio «alla regia» (1999), il premio Mess di Sarajevo (miglior regia), il «premio alla carriera» assegnato nel 2009 dal Festival Journées Théatrales de Carthage. I testi di Martinelli sono tradotti e messi in scena in Francia, Belgio, Stati Uniti, Germania, Russia, Cile, Romania.

Descrizione prodotto

Il Libro

101 varchi per entrare, e perdersi, nel teatro labirintico di uno dei più originali artisti italiani. Un teatro «ortodosso», rigoroso e sincretico, capace di cogliere le contraddizioni del reale, il loro mescolarsi, per farsi luogo, vita e arte.

 

 

L’Autore

Marco Martinelli è fra i maggiori registi e drammaturghi del teatro italiano, ma il ruolo che più lo descrive è quello di poeta di compagnia. Le sue opere nascono infatti dall’interazione e dal rapporto di vicinanza con gli attori del Teatro delle Albe, ensemble fondato nel 1983 insieme a Ermanna Montanari (premio Duse 2013 e tre volte Premio Ubu come «miglior attrice»), Luigi Dadina e Marcella Nonni, e spesso integrato, in progetti di respiro internazionale, da giovani non-attori che scoprono anch’essi la propria identità teatrale attraverso la drammaturgia di Martinelli. In lui e nel teatro delle Albe, Claudio Meldolesi ha visto «un uomo-teatro iperrealista e un collettivo di irriducibili individualità»; mentre l’esperienza di «meticciato teatrale» tra attori italiani e senegalesi (da anni componente stabile della compagnia che fu capitanata da Mandiaye N’Diaye) è stata definita da Franco Quadri come «l’ultima riprova che la fabbrica del teatro africano è in Europa, come già ci avevano ammonito Genet e Brook». Martinelli ha vinto quattro volte il premio Ubu (regia, drammaturgia, pedagogia: 1996, 2007, 2012, 2013), il premio Hystrio «alla regia» (1999), il premio Mess di Sarajevo (miglior regia), il «premio alla carriera» assegnato nel 2009 dal Festival Journées Théatrales de Carthage. I testi di Martinelli sono tradotti e messi in scena in Francia, Belgio, Stati Uniti, Germania, Russia, Cile, Romania.

Informazioni aggiuntive

formato

epub, pdf, cartaceo, store